VOLTO ARCANO

26.10.2013

VOLTO ARCANO

Con la finzione della maschera l’uomo fin dall’inizio della sua avventura ha cercato di dominare e comprendere le forze sovrannaturali che lo sovrastano e gli incutono terrore. La maschera è espressione dello spirito che danza, è la presenza dell’ignoto fra noi. Perciò, oltre a semplici oggetti che colpiscono dal punto di vista puramente estetico, le maschere rappresentano ciò che di più sacro esiste in molte culture arcaiche, spesso a noi lontane, talvolta assai prossime.
La funzione simbolica della maschera è stata oggetto di numerosissimi studi e indagini, ma ancora non cessa di stupirci per la molteplicità delle forme e la ricchezza di contenuti.
Elemento determinante sia del teatro classico che delle rappresentazioni di strada, le maschere esercitano su di noi il fascino dell’arcano che mai pienamente si manifesta.
Etnie presenta con questa esposizione un gruppo di maschere disomogeneo per origine e funzione, sono infatti maschere sia “sacre” sia “profane”, che provengono da aree geografiche diverse, Africa e Asia. Le accomuna il fatto di essere oggetti di sicura antichità e autenticità.